Internet security center

Vandalismo informatico

Nella vita di tutti i giorni esistono vandali che sembrano provare gusto a distruggere le cose, anche se può essere difficile capire come possano trarre vantaggi tangibili dai loro atti vandalici. Purtroppo lo stesso tipo di comportamento è presente nel cyberspazio. Esistono creatori di malware che dedicano tempo e fatica ad atti di vandalismo informatico che possono danneggiare computer e dati e colpire i servizi offerti dalle aziende.

Chi sono i vandali informatici?

Agli albori dello sviluppo dei malware, la maggior parte dei virus e dei trojan era creata da studenti e altri giovani programmatori, più alcuni programmatori più anziani ed esperti. Oggi esistono ancora quattro tipi principali di vandali informatici:

  • Studenti bravi che amano mettersi in mostra
    In molti casi uno studente che ha appena imparato a utilizzare un linguaggio di programmazione desidera mettere alla prova le proprie capacità, abilità o intelligenza. Fortunatamente molti di questi creatori di malware non distribuiscono il loro malware, ma possono inviare il virus o il worm a una società che produce antivirus.
  • Giovani inesperti, assistiti da Internet
    Anche i giovani che non hanno ancora imparato l'arte della programmazione possono passare al vandalismo informatico, a volte per dimostrare il proprio "valore". In passato ciò ha dato vita a virus rudimentali. Tuttavia esistono ormai numerosi siti Web che spiegano come scrivere e distribuire virus informatici e come aggirare i software antivirus. Quindi Internet ha facilitato notevolmente la vita ai giovani inesperti che vogliono creare i propri virus.
  • "Sviluppatori professionali"
    Mano a mano che i giovani creatori di virus crescono, la loro esperienza può rendere molto più pericolose le loro attività. I programmatori più anziani e dotati possono creare virus informatici molto "professionali". Possono essere programmi sofisticati che usano metodi innovativi per penetrare in domini dei sistemi di dati, oppure possono sfruttare le vulnerabilità di sicurezza degli ambienti operativi, capitalizzare sul social engineering o impiegare svariati altri trucchi.
  • Ricercatori
    Si tratta di programmatori scaltri in grado di inventare nuovi metodi per infettare i computer, nascondere le infezioni e resistere alle azioni dei software antivirus. L'obiettivo del programmatore è indagare sul potenziale della "fauna informatica". Il programmatore può scegliere di non diffondere le sue creazioni, ma di promuovere attivamente le sue idee tramite numerose risorse Internet dedicate alla creazione di virus informatici. Questo spirito di ricerca e queste idee possono quindi essere utilizzati da malintenzionati o criminali.

Minacce odierne del vandalismo informatico

Benché tutti questi gruppi siano ancora attivi nello sviluppo di virus informatici, abbiamo assistito a una riduzione del numero di nuovi tipi di minacce informatiche ‘tradizionali’ che vengono distribuite. Esistono diversi possibili motivi:

  • Nuove leggi
    In molti paesi le modifiche legislative hanno portato all'arresto di sviluppatori di virus informatici. Grazie all'ampia copertura giornalistica, questi arresti hanno probabilmente scoraggiato molti giovani dallo sviluppare codici nocivi.
  • Giochi
    I giochi di rete offrono ai giovani un altro modo per dimostrare le loro capacità e le loro prodezze. Oggigiorno molti giovani esperti di computer hanno più probabilità di dedicarsi ai giochi piuttosto che alla creazione di malware.
  • Complessità
    Negli anni '90 era molto più semplice creare virus informatici diretti al sistema operativo DOS di Microsoft, rispetto al lavoro necessario per prendere di mira il più complesso sistema operativo Windows odierno.

Benché il calo degli atti di vandalismo informatico sia positivo, i rischi posti da altri tipi di programmi nocivi rappresentano una minaccia molto più pericolosa per i computer, i dati, le identità digitali e le finanze degli utenti.

Per ulteriori informazioni su queste minacce, fare clic sui collegamenti riportati di seguito:

Come proteggersi dal vandalismo informatico

Il software anti-malware è essenziale per difendere i computer, i dispositivi mobili e i dati dal vandalismo informatico, dai virus, dai worm, dai trojan e da altri malware. Kaspersky Lab dispone di soluzioni anti-malware che offrono una protezione di prim'ordine per un'ampia gamma di computer e altri dispositivi, tra cui:

  • PC Window
  • Computer Linux
  • Apple Mac
  • Smartphone
  • Tablet

© 1997 - 2014 Kaspersky Lab ZAO.

Produttore leader di Software Antivirus.
Kaspersky Lab Italia - P.IVA 09923201009