News


10 apr   Notizie Virus

Indagine Kaspersky Lab: nel 2013 sono stati 28 milioni gli attacchi di malware finanziari

L’ Italia è seconda in Europa per numero di attacchi finanziari. Nel 2013 il numero di malware di questo tipo è aumentato del 20,49% rispetto all’anno precedente.

03 apr   Notizie Virus

Minacce reali in tempo reale: Kaspersky Lab lancia la mappa mondiale delle cyberminacce

Kaspersky Lab ha lanciato la Cybermap, una mappa interattiva delle minacce che visualizza in tempo reale gli incidenti che riguardano la sicurezza informatica a livello mondiale

25 mar   Spam News

Lo spam di febbraio era parte di una delle principali botnet

Gli attacchi spam di febbraio sono stati contraddistinti da allegati dannosi arrivati via mail, nel periodo di San Valentino, da parte di donne che fingevano di voler fare nuove amicizie. Alcuni messaggi promettevano foto esplicite in archivi allegati cercando cosi di convincere i destinatari dei messaggi ad aprirli. Oltre a questo tipo di messaggi, ci sono state una serie di mailing di massa più convenzionali che fingevano false notifiche di noti siti di social networking, tra cui Facebook.Lo spam nocivo di febbraio, che aveva come tema principale l’amore, è stato dominato da Trojan. Infatti i mailing di massa dei cybercriminali che avevano come obiettivo sprovveduti utenti usavano un Trojan-Dropper. Questo Trojan installava due programmi dannosi sul sistema - uno spyware che rubava tutti i file di documenti (*docx, xlsx*, *PDF...) dal computer e li inviava a una mailbox specifica e un altro IRC-bot/worm chiamato Shitstorm che poteva effettuare attacchi DDoS a siti web e diffondere copie di se stesso tramite MSN e servizi P2P. Se i destinatari rispondevano a questo tipo di email, il loro computer poteva facilmente diventare parte di una botnet. Oltre allo spyware Trojan, lo spam nocivo di febbraio includeva ransomware - un tipo di malware che

20 mar   Notizie Prodotti

Kaspersky Lab brevetta la tecnologia per la scansione ottimizzata del traffico di rete

Kaspersky Lab ha brevettato, con successo, la tecnologia che migliora l'efficacia di scansione del traffico di rete per individuare la presenza di minacce informatiche. Il brevetto 8650646 rilasciato dallo United States Patent and Trademark Office (USPTO) descrive un metodo per ridurre al minimo il volume di dati controllati senza compromettere l'affidabilità di un sistema di protezione. Rospatent, l'ufficio brevetti della Federazione Russa, aveva precedentemente emesso il brevetto RU2488880 per la stessa invenzioneGrazie a Intrusion Detection Systems (IDS) che analizza i dati che passano attraverso una rete aziendale o rete domestica, le soluzioni di sicurezza sono in grado di rilevare e intercettare minacce informatiche prima che riescano a penetrare all’interno di un computer. Tuttavia, considerati i flussi di rete in continua crescita, sono sempre di più le risorse necessarie per analizzare i dati e quando si lavora su una rete questo può provocare dei ritardi. In un’azienda questo può avere un effetto negativo sui vari processi aziendali.Ci sono diversi metodi volti a velocizzare la scansione dei flussi di dati di una rete per identificare le minacce, ma spesso questi metodi comportano una perdita di efficacia. Un aumento della velocità di elaborazione, infatti, può comportare un aumento della probabilità che alcune minacce

19 mar   Notizie Prodotti

Kaspersky Lab migliora la protezione per i Mail Server Linux aggiungendo informazioni in tempo reale sulle minacce e nuove funzionalità di gestione

Kaspersky Lab ha annunciato la disponibilità di un nuovo maintenance pack (MP1) per Kaspersky Security for Linux Mail Server. Questa nuova suite di aggiornamento include miglioramenti significativi alle funzionalità di gestione della sicurezza e all'efficacia complessiva della soluzione, che ha già ottenuto ottimi risultati nei test indipendenti

10 mar   Notizie Prodotti

Kaspersky Lab presenta la piattaforma Fraud Prevention creata per proteggere le transazioni online via computer e dispositivi mobile

Kaspersky Lab ha presentato, al Mobile World Congress 2014 di Barcellona, la nuova piattaforma Fraud Prevention. Progettata per proteggere i pagamenti elettronici via computer e dispositivi mobile, la soluzione si rivolge agli istituti finanziari e alle aziende che operano nel settore dell’ e-commerce.Secondo uno studio condotto da B2B International e da Kaspersky Lab, il 98% degli utenti fa uso di servizi di online banking o di acquisti online, e il 38% lo fa utilizzando i propri dispositivi mobile. La diffusione dei pagamenti elettronici ha consentito che il furto di moneta elettronica diventasse un business redditizio per i criminali. Lo stesso studio ha rilevato che nei precedenti 12 mesi il 62% degli utenti ha avuto a che fare con delle cyber-minacce che miravano a colpire i conti bancari.Le tecniche attuali (password temporanee, conferme via SMS, token e generatori di password one- time) utilizzate dalle banche e dai sistemi di e-payment per proteggere i propri clienti sono diventate rapidamente obsolete. Gli esperti di Gartner hanno notato che "l'innovazione nei metodi di prevenzione delle frodi è indispensabile considerato che i ladri eludono facilmente le vecchie tecniche, come ad esempio l'identificazione del dispositivo." Questo è il motivo per cui il mercato richiede soluzioni innovative

05 mar   Press Releases

Ogni giorno sono attive su TOR una media di 900 risorse online

Negli ultimi mesi gli esperti di Kaspersky Lab hanno monitorato le cosiddette risorse Darknet, soprattutto la rete TOR. La prima cosa che è risultata evidente è che la criminalità è in crescita. Anche se l'infrastruttura di TOR e le risorse dei criminali informatici non crescono alla stessa velocità dell’Internet convenzionale, gli esperti sono riusciti al momento a rilevare circa 900 servizi online nascosti.

24 feb   Notizie Virus

Le minacce IT per dispositivi mobili - 2013

Il malware appositamente progettato per attaccare gli account bancari degli utenti dei dispositivi mobili è in continua evoluzione, sia dal punto vista qualitativo che quantitativo; i software nocivi "dedicati" alle piattaforme mobili divengono sempre più complessi e sofisticati, mentre il loro numero risulta in costante, repentina crescita.

10 feb   Notizie Business, Notizie Prodotti

Kaspersky Lab Italia partecipa all’incontro organizzato da Telefono Azzurro in occasione del Safer Internet Day

La rete che ci piace, costruiamo insieme un web più sicuro per bambini e ragazzi

28 gen   Spam News

Lo spam nel mese di Febbraio 2014

Tat’jana Šerbakova Marija VergelisLe peculiarità del meseLe avventure dei «turisti nigeriani» in UkrainaSpam e festivitàCorrezione della vista con il laserCartucce per stampanti a volontàLe statisticheQuota di spam nel traffico di posta elettronicaGeografia delle fonti di spamAllegati maligni rilevati nel traffico di posta elettronicaPeculiarità e tratti caratteristici dello spam nocivo di dicembrePhishingConclusioniLe peculiarità del meseNel corso del mese oggetto del presente report gli spammer hanno attivamente distribuito nelle e-mail box degli utenti della Rete un elevato numero di messaggi di posta indesiderati, appositamente allestiti in occasione di San Valentino, l'attesa festività celebrata il giorno 14 febbraio. Tali messaggi, ispirati alle più classiche tematiche suggerite dalla Festa mondiale degli innamorati, hanno come al solito convogliato verso le caselle di posta elettronica degli utenti proposte commerciali di ogni genere, riguardanti i più disparati prodotti e servizi.Al contempo, sono incessantemente proseguite, all'interno dei flussi e-mail globali, le losche attività condotte dai cosiddetti truffatori "nigeriani"; nel mese di febbraio, per cercare di sottrarre cospicue somme di denaro alle potenziali "vittime", i malfattori riconducibili a tale specifica tipologia criminosa hanno a più riprese "sfruttato" un nuovo ed ulteriore argomento, ovvero la delicata situazione politica che si è venuta a determinare in Ukraina, ed i tragici avvenimenti che

← Previous   |   Top Of Page   |   Next →

© 1997 - 2014 Kaspersky Lab ZAO.

Produttore leader di Software Antivirus.
Kaspersky Lab Italia - P.IVA 09923201009