Spam ad aprile 2012: email spazzatura con focus sugli Stati Uniti

31 mag
Notizie Virus

Il report di Kaspersky Lab sull’attività degli spammer mostra una percentuale di spam nel traffico email in aumento ad aprile del 2,2% rispetto al mese precedente, con una media del 77,2%. Nel corso del mese sono stati registrati anche alcuni importanti cambiamenti nella distribuzione geografica delle fonti di spam.

Il cambiamento più evidente è stato l’aumento dello spam proveniente dagli Stati Uniti, che diventa la seconda fonte di posta indesiderata, risalendo di diciotto posizioni nella classifica del mese. Anche la quantità di spam diffuso dalla Cina ha subito un incremento di 5 punti percentuali, raggiungendo il quinto posto. La percentuale di posta indesiderata proveniente dall'Indonesia, invece, è diminuita del 5,2%, passando dal decimo al dodicesimo posto nel mese di aprile.

Gli spammer che diffondono il codice nocivo e le email di phishing sono sempre alla ricerca del metodo migliore per colpire i computer degli utenti. Nel mese di aprile, Kaspersky Lab ha rilevato una tipologia di spam che a prima vista sembrava essere il classico malware nocivo distribuito con mailing di massa con le sembianze di una notifica ufficiale di Facebook. Una email, in teoria proveniente dal famoso social network, annunciava una nuova richiesta di amicizia. I link presenti nei messaggi rimandavano gli utenti su pagine infette di Wikipedia e Amazon. In altre email di phishing, presenti nel traffico spam, gli spammer si rivolgevano ai giocatori in attesa per il lancio della nuova versione del videogioco Diablo III. Il testo della mail prometteva di poter giocare in anteprima con una versione beta di Diablo III per un determinato periodo di tempo e per farlo era necessario entrare nel proprio account di battle.net. Naturalmente il link presente nella mail non portava al sito specificato, ma ad una pagina web di phishing.

Lo spam a sfondo politico è tornato alla ribalta. La quantità di citazioni su Barack Obama nelle email di spam è stata la medesima rispetto al periodo dell’elezione. Inoltre, il suo nome viene utilizzato non solo nelle email di carattere politico, ma anche in quelle che pubblicizzano una varietà di prodotti utilizzati dagli spammer, come ad esempio il Viagra.

Nel corso del mese sono stati rilevati spam che sfruttano il Campionato Europeo di calcio e le Olimpiadi di Londra. Alcune mailing di spam propongono prenotazioni di camere d’albergo in Polonia e Ucraina, mentre per le Olimpiadi i cyber criminali inviano email in cui annunciano una vincita alla lotteria legata a questo evento.

“Nei prossimi mesi ci aspettiamo ulteriori invii dalle mailing di spam con notizie relative all’attuale presidente degli Stati Uniti Barack Obama”, ha dichiarato Maria Namestnikova, Senior Spam Analyst di Kaspersky Lab. “Gli attacchi di phishing si concentreranno maggiormente sui siti di social networking e probabilmente sui siti di giochi online, perché in vista dell’estate, periodo di vacanza in cui gli studenti non vanno a scuola, si evidenzia una maggiore presenza online. Dal momento che questa tipologia di utenti tende a non avere conti bancari, vengono colpiti sui siti di social network e altre forme di intrattenimento online”.

La versione completa dello spam report di aprile 2012 è disponibile su: http://www.kaspersky.com/it/about/news/virus/2012/Lo_spam_nel_mese_di_aprile_2012.aspx.

Kaspersky Lab

Kaspersky Lab è una delle aziende in più rapida crescita nel settore della sicurezza informatica a livello mondiale. Nel 2012 Kaspersky Lab compie quindici anni e non c’è dubbio che il suo bene più prezioso sia costituito dalle approfondite conoscenze acquisite nel corso degli anni dedicati alla lotta ai virus e alle altre minacce informatiche. Questo consente all’azienda di anticipare le tendenze nello sviluppo dei malware e di essere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza. Oggi è saldamente posizionata tra i quattro principali fornitori di software di sicurezza per utenti finali al mondo e nel 2011 ha registrato una crescita del fatturato globale pari al 14% rispetto all’anno precedente, superando i 600 milioni di dollari. I prodotti Kaspersky offrono il massimo livello di protezione contro le minacce alla sicurezza informatica quali virus, spyware, crimeware, hacker, phishing e spam.