San Valentino: quando i computer sono vulnerabili come i cuori

11 feb 2011
Notizie Virus

San Valentino è il giorno in cui con tutto il cuore si dice a qualcuno quanto sia importante per noi. Tradizione vuole che si corra a comprare all'ultimo minuto un bel mazzo di fiori eccessivamente cari, una scatola di cioccolatini e un biglietto. Ma ormai molti siti consentono di acquistare questi prodotti on-line, più comodamente e a prezzi più bassi, creando un gigantesco terreno fertile per gli spammer e i cybercriminali. Kaspersky Lab intende sottolineare i rischi e fornire consigli su come trascorrere un San Valentino sicuro.

I rischi sono di diverso tipo: dalla situazione fastidiosa ai seri pericoli. Le caselle di posta elettronica vengono inondate di offerte per champagne e cioccolatini, gioielli e weekend romantici per due: può essere difficile distinguere gli annunci genuini da quelli fraudolenti. Alcuni messaggi contenenti offerte imperdibili possono essere anche più pericolosi, e reindirizzare l'utente su siti web in grado di impossessarsi dei dati personali. Si tratta della pratica nota come phishing.

Un'altra categoria di rischio, che è spesso la più dannosa, è l'aggiunta di allegati pericolosi nelle cartoline elettroniche. Le e-card di San Valentino non saranno romantiche come i bigliettini scritti personalmente a mano, ma almeno arrivano in tempo. E chi saprebbe resistere e non aprirli?

Gli utenti di Facebook, Twitter o di qualsiasi altra piattaforma di social network dovrebbero stare attenti a non incappare in applicazioni di San Valentino nocive, a post in bacheca o a messaggi privati che invitano a fare clic su un link, anche se provengono da amici. In caso di dubbio, chiedere al mittente se ha inviato intenzionalmente il link. Meglio andare sul sicuro che non fare clic su un link che potrebbe catapultarci in un sito Web maligno.

San Valentino è tradizionalmente uno dei periodi di alta stagione per lo spam, perché i criminali informatici non si lasciano sfuggire l'occasione per promuovere regali come fiori, cioccolatini o gioielli a prezzi apparentemente imbattibili” spiega Christian Funk, virus analyst di Kaspersky Lab. "Consigliamo a tutti gli utenti di tenere aggiornate le proprie soluzioni antivirus, di fare cautela se ricevono e-mail da mittenti sconosciuti e di non aprire mai allegati, specialmente nel periodo di San Valentino".

Kaspersky Lab consiglia a tutti di usare il buon senso (anche se forse non è sempre la priorità numero uno a San Valentino) e di assicurarsi di essere protetti seguendo le solite semplici regole:

  • Non rispondere alle e-mail di spam. Così facendo non si fa che confermare il proprio indirizzo come "attivo" e si finisce per riceverne ancora di più.
  • Se un'offerta sembra troppo bella per essere vera, probabilmente è così!
  • Tenere aggiornata la propria soluzione antivirus, che identificherà e bloccherà le e-mail con allegati sospetti.
  • Fare attenzione se si riceve un'e-mail da un mittente sconosciuto.
  • Non aprire mai allegati di dubbia provvenienza.
  • Non fare clic sui link a siti web. Piuttosto, se si intende visitare la pagina in questione, digitare personalmente la URL nella barra degli indirizzi del browser o utilizzare un segnalibro.
  • Mai immettere informazioni personali o qualsiasi dato che altri potrebbero usare per impossessarsi della nostra identità o per accedere al nostro conto corrente bancario.



  • 200x124_sanvalentine_home

    Fino al 14 febbraio Kaspersky Lab

    raddoppia la protezione degli utenti:

    Kaspersky Internet Security 2011 per 2 PC al prezzo 1! Approfittane ora >>




    Informazioni su Kaspersky Lab

    Kaspersky Lab offre la migliore protezione contro minacce IT quali virus, spyware, crimeware, hacker, phishing e spam. Le soluzioni Kaspersky Lab hanno i più rapidi tempi di reazione contro le minacce per la protezione di utenti consumer, PMI, aziende Enterprise e dispositivi mobili.

    Le tecnologie Kaspersky Lab vengono inoltre utilizzate all’interno di prodotti e servizi delle più importanti aziende IT.

    Contatti per la stampa
    Alessandra Venneri
    Alessandra.venneri@it.kaspersky.com

 CONDIVIDI