Kaspersky Lab sponsor di EcoArt per la sensibilizzazione sui rifiuti di materiale plastico

09 nov 2011
News Italia

Kaspersky Lab per il secondo anno consecutivo è sponsor di EcoArt Project, un’iniziativa culturale internazionale che attraverso la forza creativa degli artisti mira ad incrementare l?attenzione sulle tematiche ambientali. Kasperky Lab, azienda leader nelle soluzioni di sicurezza IT, è da sempre sensibile al tema dell'eco sostenibilità e in prima linea nella lotta all’inquinamento digitale. In linea con la propria politica green, anche quest’anno sponsorizza EcoArt Project, la piattaforma creativa impegnata nello sviluppo di iniziative culturali e di comunicazione ispirate a tematiche di sostenibilità.

Il 9 novembre 2011, presso la Fiera ECOMONDO di Rimini, EcoArt Project presenterà Plastic Vortex, un progetto internazionale che ha l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico sui rifiuti di materiale plastico attraverso i canali della cultura. La campagna creativa Plastic Vortex verrà illustrata attraverso un convegno, un intervento artistico work in progress e un’area educational.

Il Convegno Plastic Vortex, che si terrà mercoledì 9 novembre 2011, è organizzato in collaborazione con Learn To Be Free Onlus per volontà del presidente Irene Pivetti e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Saranno anche presentati il Concorso Plastic Vortex Click&Ciak 2012, rivolto a studenti di scuole medie inferiori e superiori e realizzato con la collaborazione di Learn To Be Free Onlus e della Direzione Generale del Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Call for Artists Plastic Vortex 2012, bando di concorso rivolto ad artisti nazionali e internazionali a cui seguirà l’organizzazione di una mostra, l’assegnazione di premi e la pubblicazione di un nuovo numero della collana EcoArt Book.

Sempre durante ECOMONDO, dal 9 al 12 novembre, prenderà forma l’intervento artistico Plastic Vortex Work in Progress: saranno messi a disposizione di EcoArt Project e dei suoi artisti, gli imballaggi di scarto risultanti dall’allestimento degli stand della fiera (cellophane, pluriball, plastiche varie) per creare una spettacolare operazione artistica work in progress.

Nella stessa area i ragazzi delle scuole in visita alla Fiera e chiunque lo desideri potrà essere coinvolto in questa suggestiva e originale trasfigurazione. Gli studenti avranno la possibilità di realizzare delle sfere di vario diametro arrotolando la plastica a disposizione. La miriade di sfere prodotte, a rappresentare pianeti di plastica, verranno dislocate non solo all’interno dell’area lungo i percorsi della Fiera.

 CONDIVIDI